Coinbase acquisisce Keystone Capital,un nuovo inizio per l’exchange?

Coinbase, il notissimo exchange americano per l’acquisto e scambio di criptovalute ha annunciato l’acquisizione di Keystone Capital Corporation, un Broker/Dealer con sede in California.
Keystone Capital ha la lincenza per operare come ATS (Alternative Trading System) poichè è regolamente registrata alla FINRA (Financial Industry Regulatory Authority).

Cosa potrebbe significare questa mossa per l’exchange?

L’importante acquisizione di Keystone Capital Corporation può rappresentare una valida testa di ponte per immettere in futuro altri prodotti scambiabili sull’ exchange, quali per esempio strumenti finanziari o azioni.
Coinbase ha infatti già espresso più volte la volontà di voler entrare nel settore dello scambio titoli basati su blockchain, e addirittura nel mercato delle ICO (Initial Coin Offering)

La situazione attuale dell’exchange

Coinbase attualmente è impegnato nell’ottenere varie licenze per operare. Attende infatti dalla SEC (Securities and Exchange Commission) e dalla FINRA la licenza Broker-Dealer, quella ATS(Alternative Trading System) e anche quella di registered investment advisor.
Questo ulteriore passo dell’exchange verso una regolamentazione alle normative degli Stati Uniti potrebbe essere un segnale lanciato direttamente alla SEC, per mostrare la buona volontà di Coinbase nel volersi adeguare pian piano alle normative vigenti nel Paese. Infatti l’exchange non potrà operare attraverso la neo acquisita Keystone Capital Corporation finché non otterrà le giuste licenze e autorizzazioni.
L’ottenimento delle varie licenze richieste da parte dell’exchange,infatti, detterebbe un passo decisivo nell’avvicinamento fra Coinbase e gli investitori istituzionali.

La fiducia dell’exchange

Coinbase fa sapere tramite i propri blog ufficiali che è molto fiducioso sul rilascio di tutte le licenze richieste. Queste ultime infatti, vengono indicate dall’exchange come la via maestra per garantire a tutti i clienti la via in assoluto più regolare e sicura per l’acquisto, la vendita, lo scambio e l’utilizzo di prodotti crittografici.

Conclusioni

Il noto exchange Coinbase, a nostro modesto parere, con l’acquisizione di Keystone Capital Corporation punta ben oltre l’ottenimento delle licenze dalla SEC per la piena regolarità del proprio operato odierno. Sembra oramai evidente infatti, che l’exchange punti a trattare anche prodotti non crypto, come per esempio securities.
Certo è che la confusione resta molta in uno scenario in cui le criptocurrency vengono regolate in maniera diversa da Stato a Stato e in cui la confusione su Token e ICO resta addirittura peggiore.

Ma questo riteniamo che sia un passaggio obbligato in un settore, quale la blockchain, così giovane e la cui portata innovativa è anche solo difficilmente immaginabile.

 

 

 

 

Lascia un Commento